Il gatto sul tetto... che non c'è

... ma il sole scotta lo stesso per i Micetti Granata.
Ebbene sì, si preannuncia difficile l'estate quest'anno per i micetti della colonia felina di via Zini. Senza un minimo di tettoia, il caldo afoso di cui già adesso si hanno le prime avvisaglie, risulterà deleterio per i frequentatori pelosi che trovano rifugio in questo scampolo di terreno senza alcun riparo adeguato per cucce e pappe, sia dal sole che dalla pioggia.
Ancora nessuna riposta infatti è arrivata al nostro indirizzo da parte dell'Ufficio Tutela Ambiente che, avvertito della necessità, sembrava essersi adoperato per procurare un minimo di copertura con l'aiuto dell'Amministrazione Comunale. Si sarebbe trattato di "appoggiare" questa tettoia - probabilmente in muratura e quindi più solida - alla casetta destinata a diventare un deposito Amiat per elettrodomestici. Purtroppo questo ritardo e soprattutto il silenzio che non ci permette di capire a che punto sia la richiesta, ci obbliga a prendere un'iniziativa personale e a costruire una tettoia provvisoria e removibile, ma abbastanza robusta, di tasca nostra.
Gli adeguamenti per i lavori olimpici non hanno purtroppo avuto pietà degli enormi alberi che creavano un naturale rifugio fresco, sicuro e riparato per le decine di gatti "ospiti" della zona fra via Zini e lo stadio Filadelfia. Con il caldo torrido in arrivo, se non si provvederà ad allestire questa tettoia anche solo con mezzi di recupero, il piccolo "accampamento" di fortuna diventerà una trappola più che un sollievo, spopolandosi e costringendo i nostri randagi a spargersi fra le strade e la ferrovia, impedendo a chi si occupa di loro di poter continuare l'opera di controllo e di sterilizzazione fin qui portata avanti con impegno, sacrificio, responsabilità e tanto amore. La situazione era già diventata difficoltosa, dopo che, con la costruzione della strada a doppia corsia, il traffico ad alta velocità senza adeguamento attraverso l'ausilio di rallentatori e dossi, ha messo in serio pericolo gli abitanti della colonia. Più di una decina di gatti sono già finiti vittime di una guida non responsabile, nonostante i cartelli segnalatori installati dal Comune.
Lanciamo un appello per avere aiuti materiali per costruire questa tettoia, soprattutto da chi, abitando a Torino, più facilmente può prendere atto della situazione recandosi sul luogo o può fornire aiuti di persona, dando "una zampa" nel vero senso della parola a questa colonia che rischia di diventare un deserto abbandonato, mentre con un piccolo sforzo potrebbe diventare per i nostri amici pelosi quell'"isola che non c'è" di cui hanno tanto bisogno.

Questo testo può essere liberamente copiato, diffuso ed utilizzato,
a condizione di mantenerlo inalterato ed associato al sito www.micettigranata.org

[torna indietro]